Massaggio Thailandese del Piede

Dopo aver fatto accomodare il cliente con entrambi i piedi appoggiati, si copre il piede che non verrà momentaneamente trattato e si procede.

Le manualità e le diverse tecniche con il bastoncino si ripetono sui punti di riflesso del piede e della gamba fino al ginocchio di un arto e poi allo stesso modo dell’altro:

Digitopressione: è una tecnica che si avvale della stimolazione dei punti energetici del sistema dei meridiani di agopuntura. E’ un massaggio energetico che dona un sollievo rapido attraverso i polpastrelli dei pollici, che possono effettuare pressioni singolarmente o sovrapposti.

Pressioni con la nocca: vengono effettuate con la nocca dell’indice. In alcuni casi, la pressione va effettuata contemporaneamente con tutte le dita (pollice escluso).
Frizione piana: viene eseguita con la falange di tutte le dita (pollice escluso). In alcuni casi, la pressione va effettuata avanti, indietro e viceversa, in altri in una sola direzione. Tutte le frizioni non devono avere pressione né troppo forte, né troppo leggera.
Picchiettamento a ventosa: per eseguire questa tecnica è necessario chiudere tutte le dita a pugno appoggiando i polpastrelli sul rilievo del palmo alla base del pollice, cercando di lasciare all’interno del pugno uno spazio d’aria. In questo modo, quando il pugno batte sulla zona interessata si genera un effetto ventosa.
Uso del bastoncino da massaggio: studiato appositamente per il massaggio Thailandese del piede, il bastoncino si utilizza per stimolare i punti di riflesso situati sul piede. La durata del trattamento non deve essere superare l’ora.

Da sapere…  

Le manualità possono essere esercitate in maniera più o meno intensa, a  seconda della preferenza di chi riceve il trattamento.

Ogni manualità, comunque,  dovrebbe portare il Cliente il più possibile alla soglia di “dolore buono”, o meglio a quel punto in cui vi è un sottile confine tra sensazione di dolore e sensazione di piacere.

Le pressioni,in ogni caso, non devono  risultare tanto leggere da non essere quasi avvertite.

Si consiglia, almeno all’inizio, per ottenere il miglior risultato 2 sedute a settimana di Massaggio Thailandese del Piede