Massagio al Femminile con Erbe Thai

Perché Massaggio al Femminile?

La Tradizione Thailandese, attenta alle particolari esigenze del corpo della donna, ha creato uno splendido trattamento espressamente “per lei”:  il Massaggio al Femminile con erbe Thai.

Il Massaggio al Femminile con erbe Thai (Thailandesi) utilizza tecniche non aggressive del Massaggio Thailandese, che si rivelano adatte anche alle più sensibili, con la pelle delicata o con problemi specifici come l’osteoporosi.

Piacevoli e mirate pressioni con i sacchettini pieni di erbe curative, si alternano sapientemente alle tecniche manuali, il tutto seguendo il percorso dei canali energetici dei Sen.

Il Massaggio al Femminile è indicato nelle fasi di pre-post parto e per tutte quei disturbi tipici delle donne: dolori mestruali, ciclo irregolare, problematiche dovute alla menopausa, ritenzione.

Il Massaggio al Femminile migliora la circolazione venosa e linfatica riducendo così gonfiori e cellulite. Inoltre aiuta a ridurre gli accumuli adiposi localizzati e rende la pelle più tonica.

Riequilibrare l’energia vitale.

Il Massaggio secondo la Medicina Thailandese, non solo interessa le aree dei disturbi, ma serve a riequilibrare l’energia vitale che scorre in tutto l’organismo attraverso i Sen.

Il  Massaggio al Femminile con erbe Thailandesi sfrutta sia l’efficacia delle tecniche del Massaggio sia le proprietà terapeutiche delle erbe, lavorando e stimolando punti mirati del corpo lungo il percorso dei canali energetici (Sen).

I benefici del trattamento possono essere provati anche da coloro che non si ritrovano nella tradizione energetica orientale. Sapientemente applicati con con accurate pressioni, i rimedi fitoterapici hanno una forte azione decontratturante  disinfiammante ,migliorano l’ossigenazione dei tessuti, promuovono la lipolisi (cioè lo scioglimento dei cuscinetti adiposi).

Una miscela antica.

I sacchetti contengono piante medicinali, seccate e sminuzzate. Una miscela antica frutto della conoscenza erboristica dei Monaci, tramandata da secoli.

Tra i molteplici ingredienti troviamo:

  • Curcuma: una radice dal potere antisettico, antinfiammatorio, utile per calmare i dolori pelvici ed efficace anche nella cosmesi, perché ottimo anti-age.
  • Lemongrass: un’erba che stimola la diuresi.
  • Tamarindo: che stimola il turn – over cellulare.
  • Cassia: che calma le infiammazioni all’apparato genitale.
  • Zingiber cassumunar: una varietà di zenzero che contrasta gonfiori e meteorismo.

Come si svolge.

I sacchetti vengono precedentemente riscaldati a vapore. Il calore dilata i pori della pelle permettendo ai principi attivi sprigionati dalle erbe di penetrare nei tessuti.
Nel Massaggio al Femminile con erbe Thailandesi le manovre vengono eseguite sulla pelle nuda, ma si può indossare la biancheria.

La persona viene comunque coperta con due teli come da Tradizione per mantenere il calore corporeo.

Si svolge generalmente a terra, su un materassino simile al futon giapponese, ma può essere svolto anche su di un lettino.
Durante la seduta, gli aromi delle erbe si sprigionano dai sacchetti e accentuano l’atmosfera rilassante.

Il Massaggio al Femminile con erbe thailandesi comincia con la persona in posizione supina.

Iniziando dai piedi con movimento ritmico si effettuano delle pressioni con il sacchetto di erbe lungo i canali energetici di ciascuna gamba. Poi con il sacchetto di erbe si effettua un movimento a spirale, in senso orario verso l’ombelico  per trattare delicatamente l’addome e, infine,  si conclude la prima parte del massaggio sulle braccia e sul petto. Il viso non viene mai trattato, per evitare che il calore provochi una dannosa vasodilatazione cutanea.

La persona si gira su un fianco e con il con il sacchettino di erbe si trattano i canali energetici che dai piedi salgono lungo la parte esterna della gamba più sollevata (e lungo quella interna della gamba sottostante). Passando poi a trattare il gluteo, la schiena, il braccio, il collo e la testa. Il tutto si ripete sull’altro fianco.

Si passa poi alla posizione prona (parte sostituita con fase sul fianco per le donne dolce attesa).Ancora una volta le pressioni con il sacchetto vengono esercitate, dirigendosi dal basso verso l’alto: in questa fase sono interessati i piedi, i polpacci, la parte posteriore delle cosce, i glutei, la schiena, le braccia, le spalle e il collo.

L’ultima fase del Massaggio al Femminile si esegue mentre la persona è seduta, in una posizione comoda: le manovre si concentrato sulle scapole, sulle spalle e sul collo.

La stimolazione con i sacchetti e l’azione diretta delle mani si alternano a seconda delle necessità: trazioni e pressioni si susseguono sulle aree del corpo che hanno bisogno di essere risvegliate.